Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

Metti una sera a Tuglie...

Con la frizzante presentazione del libro di Fernando Proce, "la voce più bella della radio italiana", in onda tutti i giorni su Rtl 102.5, si è conclusa ieri la rassegna "Metti una sera a Tuglie".

Dettagli della notizia

Per tre mesi, dal 25 febbraio al 23 maggio, si sono avvicendati nelle location più suggestive di Tuglie - dalla Biblioteca Comunale al Centro Polifunzionale, passando per il Museo della Radio - alcuni dei più rappresentativi protagonisti della cultura italiana e salentina, come il filosofo Nuccio Ordine, conosciuto e tradotto in tutto il mondo per i suoi studi sul Rinascimento e per il suo bestseller Bompiani "L'utilità dell'inutile", il noto dantista milanese Gianni Vacchelli, il giornalista del Corriere della Sera Sergio Rizzo, il poeta Elio Ria, la scrittrice Luisa Ruggio, i musicisti Raffaele Casarano, Marco Bardoscia e Boris Savoldelli, le compagnie teatrali La Busacca e Calandra, lo scrittore-viaggiatore Stefano Medvedich e gli studiosi della sezione di Lecce della Società di Storia Patria.

Un mix di eventi di nicchia e di massa in cui, tra l'altro, si è reso omaggio a Dante Alighieri per il 750esimo anniversario della sua nascita, al suo grande studioso tugliese Luigi Scorrano, a Don Tonino Bello, ai Pink Floyd, a Molière, a Rimbaud e si è celebrata la Giornata Internazionale della Donna.

Tuglie si è confermata quello che, grazie all'impegno dei suoi numerosi intellettuali e operatori culturali, è divenuta negli ultimi anni: una casa accogliente e calorosa per tutti quelli che amano e promuovono la cultura.

Grazie al Presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone, al Sindaco di Tuglie Massimo Stamerra, all'Assessore alla Cultura Silvia Romano, all'Amministrazione e al personale tecnico-amministrativo del Comune di Tuglie, alla Biblioteca Comunale di Tuglie, all'associazione "Amici della Biblioteca", a tutte le persone che, da ogni parte del Salento, hanno partecipato con interesse alle iniziative e, dulcis in fundo, a Radio Salentuosi, media partner della rassegna, che tutti i giorni per tre mesi ha comunicato alle sue decine di migliaia di ascoltatori in Puglia e fuori dalla Puglia le iniziative di "Metti una sera a Tuglie".

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Hai trovato utile, completa e corretta l'informazione?
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
Torna a inizio pagina